English version | Cerca nel sito:

Richiesta rettifica al Comune di Padova

sul Giardino dei Giusti del Mondo


Il cippo all'ingresso del Giardino di Milano (Foto Gariwo)

Il cippo all'ingresso del Giardino di Milano (Foto Gariwo)

Testo della lettera inviata al Comune di Padova

Spett. Ufficio "Giardino dei Giusti"- Gabinetto del Sindaco.
Comune di Padova

Con il presente messaggio vi preghiamo di rettificare la notizia, apparsa sul sito del Comune di Padova, nella sezione dedicata al "Giardino dei Giusti del Mondo", in cui si afferma che Padova è "la prima città ad ospitare un Giardino che onora i Giusti di tutti i genocidi a partire dal XX secolo". Facciamo presente - ma sappiamo che il dr. Giuliano Pisani, vicepresidente del Comitato Scientifico, ne è perfettamente al corrente - che esiste a Milano il "Giardino dei Giusti di tutto il mondo" fin dal gennaio 2003, come si può anche constatare dalla foto allegata e dal sito www.gariwo.net, che ne tratta ampiamente, sito che peraltro è stato da voi ampiamente "saccheggiato" per stendere alcune delle biografie di Giusti citate.
Per correttezza vi chiediamo quindi, sia di rettificare la notizia contenuta proprio nell'incipit della descrizione, sia di citare le fonti utilizzate per le biografie.
Sui motivi per cui avete deciso una linea di condotta contraria ai principi di riconoscimento del lavoro altrui, preferiamo sorvolare. Facciamo solo notare che non è di buon auspicio un simile comportamento da chi si fregia della partecipazione a un Comitato scientifico, per di più dedicato alle figure dei "Giusti", né appare consono a un tale tema assumere atteggiamenti di "concorrenza" con chi ha iniziato e ha approfondito in tutti questi anni la ricerca sui "Giusti" nella massima trasparenza, onestà intellettuale e collaborazione con chiunque vi fosse sinceramente interessato.

Distinti saluti

Ulianova Radice
membro fondatore Comitato Foresta dei Giusti e responsabile sito Gariwo.

21 ottobre 2008
Diamo atto che la correzione è stata inserita. In compenso è stato introdotto il riferimento al "progetto del 1999".
Come si suol dire: "quando si è ostinati non c'è ragione che tenga.....". Si vede che qualcuno non vuole proprio rinunciare a presunti meriti di primogenitura che, francamente, lasciano il tempo che trovano.
Infatti anche in questo caso dobbiamo precisare che il progetto per creare un "Giardino dei Giusti del Mondo" a Padova è nato dalla proposta inviata all'Assessore alla Cultura nella giunta dell'epoca, proprio Giiuliano Pisani, dal Comitato per la Foresta dei Giusti.
Perchè, dunque - ci chiediamo - il Comitato non è mai citato?
Perché non compare mai né come fonte di riferimento, né tanto meno come strumento di approfondimento?
Francamente, viene un po' da ridere: trovarsi alle prese con tale "frustrazione da primato" mette un po' in imbarazzo......

Per passare alle cose serie, ci corre l'obbligo, a questo punto, non tanto di precisare alcune cose sul rapporto intercorso tra il Comitato e il Comune di Padova dal 1999, appunto - cosa che comunque faremo-, quanto piuttosto di esprimere il nostro parere sul tema più generale del lavoro di riflessione sui Giusti e dei Giardini per onorarli, attraverso un editoriale di prossima pubblicazione. 

18 ottobre 2008

Commenti

Il Giardino dei Giusti di Milano

contro tutti i genocidi

Il 24 gennaio 2003, a Milano, in un'area del parco Monte Stella, è stato inaugurato il Giardino dei Giusti di tutto il mondo, gestito da un'associazione appositamente costituita dal Comune di Milano insieme all'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e al Comitato Foresta dei Giusti-Gariwo.
Nel corso degli anni sono state onorate figure esemplari di resistenza morale in Rwanda, in America Latina, in Bosnia, nell'Europa oppressa dal nazismo e dal comunismo, in Tunisia, in Russia, in Iran.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Multimedia

Un albero per Enrico Calamai al Giardino dei Giusti

Intervista ad uno degli studenti del Liceo "A Volta" di Milano, che ha proposto la candidatura

La storia

Beatrice Rohner

protesse i bambini armeni dal genocidio