English version | Cerca nel sito:

Gli altri Schindler

un libro sulle ragioni dei Giusti


Presentato nel Regno Unito il libro di Agnes Grunwald-Spier The other Schindlers, sulle motivazioni dei Giusti. 

L'autrice nacque a Budapest nel luglio 1944 da una famiglia ebrea ungherese. Aveva pochi mesi quando uno sconosciuto ufficiale le mandò indietro dal luogo della deportazione ad Auschwitz. A novembre 1944 madre e figlia si dovettero stabilire nel Ghetto di Budapest e Agnes aveva solo sei mesi alla data della Liberazione nel gennaio 1945.

Lo storico Martin Gilbert, biografo di Churchill ed esperto di Olocausto, nella Prefazione ha scritto: "Il libro di Agnes Grunwald-Spier può fornire ragioni di speranza all'umanità. È come un moderno manuale che insegna a contrastare, e può redimere, gli impulsi negativi e distruttivi che accompagnano ancora l'uomo in troppe aree del pianeta".

La scrittrice, che nel libro ha citato le opere di Gabriele Nissim, ci ha spiegato che cosa l'ha spinta a scrivere questo libro: "Fino al 1995 - ha dichiarato - mi rifiutavo di toccare l'argomento e quando la tv parlava della Shoah cambiavo canale. Poi cominciai a collaborare con la Comunità locale per organizzare una mostra su Anna Frank a Sheffield. Conobbi così molte persone che avevano un vissuto legato alla Shoah. Inoltre mi resi conto che avrei dovuto aiutare i miei figli, che allora avevano 17, 14 e 11 anni, a conoscere la mia storia perché era anche la loro e rispondere alle loro domande. The other Schindlers nasce da questo sforzo e dalla volontà di rendere onore a chi ha salvato gli ebrei".

1 novembre 2010

Commenti

Shoah

il genocidio degli ebrei

Nel quadro del secondo conflitto mondiale (1939-1945) si compie in Europa il genocidio del popolo ebraico (1941-1945). La “soluzione finale“, sei milioni di ebrei sterminati, è stata preparata da Hitler, salito al potere in Germania nel 1933. A partire dalla pubblicazione del Mein Kampf, Hitler progetta la rivoluzione nazionalsocialista sulla base di un’ideologia razzista.
Nella memoria del popolo ebraico e nella sentenza conclusiva del Tribunale Militare Internazionale, la stima dello sterminio è di 6.000.000 di persone. In realtà gli storici più accreditati, tra cui Raul Hilberg, ritengono che la cifra si aggiri intorno a 5.200.000.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Multimedia

Liliana Picciotto per il Giardino dei Giusti di Milano

Testimonianza sui Giusti italiani ricordati nel Giardino dei Giusti di Milano

La storia

Luigi Baldan

l’internato militare nei campi di lavoro nazisti che aiutò le ragazze ebree nel lager di Sackisch – Kudowa, in Polonia