English version | Cerca nel sito:

Sindacalista, un mestiere pericoloso

assassinio in Bangladesh, la persecuzione nel mondo


Giovedi 5 aprile il sindacalista Aminul Islam è stato trovato morto con segni di tortura sul corpo nella periferia di Dhaka. Gli scontri tra attivisti dei diritti dei lavoratori e polizia non sono rari nel Paese, fornitore di abiti per marchi quali Tommy Hilfiger, H&M e Walmart. Tuttavia non si registravano casi recenti di omicidio di attivisti. 

Aminul Islam aveva guidato nel 2010 le proteste per l'aumento del salario minimo in presenza di un'inflazione del 10%. Il governo aveva fatto delle concessioni e in seguito aveva ammonito: "Non tollereremo più agitazioni". Ciò aveva portato all'arresto del sindacalista, che era stato poi seviziato dalla polizia


Human Rights Watch e il sindacato americano AFL-CIO hanno denunciato numerosi abusi a danno di sindacalisti anche in altri Paesi, tra cui soprattutto Colombia e Guatemala


I portavoce delle case Tommy Hilfiger e Walmart hanno fatto sapere al New York Times che le loro aziende sono impegnate per il miglioramento delle condizioni dei lavoratori bengalesi, mentre H&M non ha risposto alle richieste di rilasciare commenti. 


Il portavoce dei sindacalisti del Bangladesh Babul Akter ha dichiarato che l'assassinio di Islam mira a intimidire gli altri attivisti e dissuaderli dal prendere parte a proteste contro i bassi salari e le cattive condizioni di lavoro, ma ha sottolineato che le agitazioni continueranno e si intensificheranno se il governo non farà luce sul delitto.  

11 aprile 2012

Commenti

Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Scopri nella sezione

Multimedia

Giornata mondiale contro la pena di morte

10 miti da sfatare secondo Amnesty USA

La storia

Valeria Valentin

una suora in soccorso dei perseguitati in Cile