English version | Cerca nel sito:

I Giusti

poema di Haim Hefer


Bianca è la seconda da destra, nell'ultima fila (Foto di Bianca Schlesinger)

Bianca è la seconda da destra, nell'ultima fila (Foto di Bianca Schlesinger)

Riceviamo una mail da una nostra lettrice che volentieri pubblichiamo: 


"Sono Bianca Schlesinger, vivo a Tel Aviv. E se vivo, lo devo a una coppia, Maria e Luigi Oberto, Giusti fra le Nazioni, che hanno nascosto la mia famiglia e me per quasi due anni nella loro casa nel piccolo villaggio di Rivalta, La Morra, Italia.
Non so se conoscete gia' il poema scritto da Haim Hefer, tradotto piuttosto liberamente da me in Italiano, I Giusti"
 
I Giusti
di Haim Hefer
 
Odo questo titolo, e penso
alla gente che mi ha salvato,
E chiedo, e chiedo ancora "O Dio,
sarei stato io capace di fare lo stesso?
In un mare di odio, nella mia casa
sarei stato capace di ricoverare un figlio straniero?
Sarei stato pronto, con la mia famiglia
ad essere costantemente in pericolo
minacciato di sicura malvagità
Notti insonni ascoltando rumori,
udendo passi, presagi di cattiveria.
Sarei stato capace di capire i segni
sarei stato pronto a questo, a camminare così
tra coloro che potrebbero tradire
non un giorno, non una settimana, ma per anni!
Qui un vicino sospetto, là uno sguardo, qui un rumore -
per colui che, fratello, si stringe alla mia mano.
Senza un compenso - senza guadagnarci nulla.
Perché uno deve essere umano verso quasiasi altro
perché uno diventa un essere umano in tempi simili -
e allora mi chiedo e mi chiedo ancora -
avrei potuto fare lo stesso se fossi stato al loro posto?
Sono loro che hanno combattuto di giorno in giorno,
sono loro che hanno fatto posto per me nel mondo.
Sono loro le colonne, il fratello giusto,
è su di loro che il mondo oggi si fonda.
Per il vostro coraggio, per la vostra generosa mano aperta,
davanti a voi, i giusti, mi inchino.

18 maggio 2012

Commenti

A Yad Vashem

il primo "Giardino dei Giusti"

Il Giardino dei Giusti di Gerusalemme è sorto nel 1962 presso il Mausoleo di Yad Vashem, il luogo della memoria della Shoah, in applicazione del punto 9 della sua legge istitutiva, approvata dal parlamento israeliano nel 1953, che recita:

"Con la presente legge è istituita la fondazione Yad Vashem a Gerusalemme, per commemorare (…) i giusti tra le nazioni, che hanno rischiato la loro vita per aiutare degli ebrei."

Per commemorare i Giusti tra le Nazioni viene scelto di piantare degli alberi di carrubo. Nasce il Viale dei Giusti, che si allargherà nel giardino omonimo.
Nel 1963 viene istituita la Commissione dei Giusti per scegliere le persone a cui assegnare l'onorificenza e dedicare l'albero. Nella sua attività la Commissione ha nominato circa ventimila giusti.

leggi tutto

Giusti tra le Nazioni

La Commissione dei Giusti

per assegnare l'onorificenza a Yad Vashem

Scopri nella sezione